Un frutto irresistibile che mette tutti d’accordo: la fragola!

Un frutto irresistibile che mette tutti d’accordo: la fragola!

Un frutto irresistibile che mette tutti d’accordo: la fragola!

Colorate, gustose e salutari, le fragole hanno moltissime proprietà benefiche e non dovrebbero mai mancare in una dieta bilanciata. 

Vediamo insieme le caratteristiche di questo frutto così buono e sano.

Di cosa sono ricche le fragole?

  • Potassio, magnesio, manganese e iodio
  • Vitamina C, antiossidante per eccellenza, amica del sistema immunitario e della pelle
  • Vitamine del gruppo B come i folati, fondamentali per le funzioni cerebrali e la crescita cellulare e vitamina K utile nel metabolismo delle ossa
  • Fibre solubili e insolubili, che aumentano l’effetto saziante e regolano il transito intestinale
  • Xilitolo, uno zucchero buono che protegge i denti da carie e placca
  • Fitonutrienti con importanti funzioni antinfiammatorie e antiossidanti, come gli ellagitannini e il numeroso gruppo dei flavonoidi di cui fanno parte la fisetina e le antocianine (responsabili del colore brillante).

 

Ora ti racconto meglio 😉

10 buoni motivi per mangiare le fragole

    • Ipocaloriche e sazianti, con sole 30 kcal su 100 g contengono principalmente acqua, fibre e solo 5,3 g di carboidrati. Caratteristiche che le rendono frutti ideali se stai seguendo una dieta. 
    • Remineralizzanti, per l’alta concentrazione di sali come potassio e magnesio, molto utili contro la spossatezza tipica del cambio stagionale.
    • Depurative, aiutano fegato e reni ad eliminare le tossine, mantenendo “pulito” il corpo.
    • Regolatrici della glicemia, sia per il contenuto modesto di carboidrati rispetto ad altri frutti, ben bilanciato dalle fibre, sia per la presenza dei flavonoidi. In particolare, la fisetina e gli ellagitannini sembrano ridurre l’attività dell’enzima amilasi, responsabile del rilascio di zuccheri nel sangue. In questo modo vengono contenuti i picchi glicemici, con grandi benefici anche per i pazienti che già soffrono di diabete .
    • Nemiche dei grassi. Le antocianine, insieme alla fisetina e gli ellagitannini riducono l’ossidazione del colesterolo LDL, fenomeno che lo rende “cattivo” e pericoloso. Inoltre la fisetina sembra ostacolare la formazione di nuove cellule grasse e l’accumulo di trigliceridi al loro interno.
    • Difensive del sistema cardiovascolare, grazie all’azione combinata di vitamina C e dei vari fitonutrienti che proteggono le arterie e tengono a freno l’iperattività di un enzima che aumenta la vasocostrizione. Anche la presenza di potassio e magnesio contribuisce a ridurre il rischio di ipertensione.
    • Anti-reumatismi, grazie al concentrato di antiossidanti e all’ acido acetil-salicilico che riduce l’infiammazione e il dolore. Per questo sono molto utili in caso di reumatismi, artrosi, artriti e gotta.
    • Antiage grazie all’abbondanza di fitonutrienti che neutralizzano la produzione di radicali liberi e prevengono l’invecchiamento cellulare.
    • Neuroprotettive, ostacolano la perdita di memoria e il declino cognitivo, grazie al mix di antiossidanti e dell’acido folico. Ma non solo: anche l’umore migliora, grazie alla stimolazione della produzione di serotonina.
    • Amiche di denti, grazie allo xilitolo. Questo zucchero naturale blocca il metabolismo dei batteri che si nutrono del glucosio presente sui denti dopo i pasti, riducendo così il rischio di carie e di alito cattivo. Inoltre, la presenza di acido malico aiuta a mantenere i denti più bianchi.

Fragole: quando prestare attenzione

È vero, le fragole sono buonissime e tutti vorremmo farne una bella scorpacciata. Nascondono però anche delle insidie che devi conoscere, per non esagerare se ti ritrovi in particolari condizioni.

  • Sensibilità e allergie
    La principale problematica legata alle fragole è il loro potenziale allergenico, così come pesche, pere, mele, ma anche pollini e graminacee, con cui si possono creare delle reazioni crociate. I sintomi possono essere vari: da prurito e formazione di puntini rossi sulla pelle a infiammazione alla gola e alla bocca, fino a nausea, vertigini e stordimento.
    Insomma, se sai di avere questi problemi, meglio tenerle alla larga.
  • Diverticoli
    Altro problema riguarda la presenza dei semini, che in realtà sono i veri frutti della pianta. Se soffri di diverticolosi, ovvero di piccole tasche che si formano nel colon e tendono ad infiammarsi, molti medici sconsigliano le fragole. In realtà, negli ultimi anni questa posizione è oggetto di dibattito, poiché nuovi studi dimostrano come questi semi siano in realtà innocui
  • Problemi di stomaco
    Le fragole sono comunque frutti acidi, quindi se già soffri di reflusso o gastrite, possono inizialmente possono peggiorarne i sintomi.
  • Calcoli renali
    Contenendo anche ossalati di calcio, meglio non esagerare con le fragole se hai una predisposizione a formare calcoli
  • Gravidanza e primi anni di vita
    Se sei in dolce attesa non esagerare con le fragole, proprio per il potenziale rischio di ipersensibilità. Inoltre, l’allergia alle fragole sembra molto più diffusa in età infantile, colpendo il 4% dei bambini, per poi ridursi in età adulta all’ 1%. Per questo motivo molti pediatri sconsigliano l’assunzione di questo frutto prima dei 2 anni di vita.

Fragole: i miei consigli

Quando ero piccola aspettavo la primavera per vedere sulla tavola questi bei frutti, di un colore rosso sgargiante, super saporite e dolci. Negli ultimi anni, invece, possiamo trovarle addirittura a Natale…miracolo della scienza?

Forse si, le coltivazioni in serra, in Italia e all’estero, permettono di soddisfare le nostre voglie in qualsiasi momento dell’anno, ma… 

Ricorda che il sapore e le proprietà non avranno niente a che vedere con quelle di una fragola di stagione, coltivata nel suo habitat, che gode di tutti i benefici dell’ecosistema in cui si sviluppa.

Fragole: abbinamenti intelligenti

Le fragole, per le loro caratteristiche nutrizionali, sono indicate sia come fine pasto, sia come snack sani e gustosissimi.

Ecco alcune idee:

  • Fragole a fine pasto. In condizioni di anemia o di cicli mestruali particolarmente abbondanti, spesso consiglio di terminare un pasto a base di carni rosse con una manciata di fragole. Questo perché la vitamina C di cui sono ricche permette di assimilare meglio il ferro contenuto nella carne. Termini il pasto in dolcezza, fai una ricarica di ferro e mantieni la bocca fresca e pulita…cosa voler di più?
  • Fragole e frutta secca. La Natura pensa proprio a tutto: un mix salutare di sali minerali, vitamine, antiossidanti, grassi buoni e pochi zuccheri della frutta 
  • Fragole e cioccolato fondente. Abbinamento godurioso che bilancia perfettamente carboidrati e grassi, fornendo una bella carica di energia, sali minerali e antiossidanti. 
  • Fragole e panna. Si, hai capito bene! Monta della panna senza zucchero e tuffaci una porzione di fragole. Per una merenda sostanziosa che non farà rimpiangere i dolci confezionati
  • Fragole e yogurt bianco, anche greco. Questo snack è particolarmente indicato se sei a dieta e può esserti utile anche prima di un allenamento 
  • Fragole e avocado. Hai mai provato questa combinazione? Io la trovo fantastica: l’avocado ben maturo darà una cremosità ed un gusto delicato che si sposa perfettamente con quello più acido della fragola
  • Frullato con fragole. Hai già iniziato con i frullati? Allora ecco una ricetta ottima con: latte intero o bevanda vegetale senza zucchero (come il latte di mandorla, cocco o nocciola), fragole, yogurt bianco. Guarnisci con qualche scaglia di cocco o gocce di cioccolato per una coccola in più.

Spero di averti dato qualche nuova idea, per esaltare ancora di più il super gusto delle fragole! 😉