Lista dei buoni propositi: ecco perché non farla

Lista dei buoni propositi: ecco perché non farla

Il nuovo anno si avvicina ed ecco che il tuo cervello inizia a elaborare in automatico quella famosa lista dei buoni propositi. Tanti – forse troppi? – e tutti da realizzare rigorosamente a partire dal 2 gennaio.

Ci può stare. Questo è un momento in cui abbiamo ripreso fiato con le feste natalizie e ci sentiamo più carichi di entusiasmo e determinazione, pronti a trasformare la nostra vita in meglio. Ma, c’è un ma.

Prenditi un momento per riflettere: ha davvero senso caricarti di tante cose da fare subito dopo le vacanze?

In questo articolo ti svelo perché lanciarsi in liste infinite di buoni propositi potrebbe non essere la scelta migliore e quali tranelli nasconde.

Poi, come sempre, ti darò i miei consigli, frutto di studio ma anche di consapevolezza sugli errori che ho commesso in passato!

Capodanno è una trappola!

Allo scoccare della mezzanotte, nemmeno il tempo di brindare che già ti senti una persona migliore.

Questo sarà l’anno della svolta! Perderò subito questi chili di troppo e rientrerò nei miei pantaloni preferiti. Tornerò a guardarmi allo specchio e a piacermi. Smetterò di fumare, una volta per tutte. Diventerò il miglior cliente della palestra e presto tutti vedranno che fisico avrò messo su!

Lo capisco, questi propositi carichi di motivazione e buona volontà ti fanno onore. Attenzione però, perché possono nascondere una trappola insidiosa che può portare a delusioni e sensi di colpa: la mancanza di oggettività.

Spesso, infatti, sono troppo ambiziosi e poco realistici. Siamo spinti da un entusiasmo iniziale, magari motivati dalle abbuffate delle festività o dalla sensazione di dover fare per forza qualcosa di straordinario all’inizio dell’anno.

Ma cosa succede quando la realtà entra in gioco? Quando la vita quotidiana, con le sue sfide e le sue tentazioni, si intromette nel nostro cammino?

La verità è che stabilire obiettivi irrealistici può diventare un clamoroso autogoal. Quando non riusciamo a soddisfare queste aspettative e/o a mantenere poi i risultati, ci sentiamo spesso inadeguati e colpevoli.

Questo ciclo di fallimento e colpa può minare la nostra autostima e demotivarci anziché incoraggiarci a migliorare. Ed ecco che magari ricominciamo a mangiare, perdendo i benefici ottenuti.

Quindi, come affrontare al meglio questo nuovo inizio? Con un approccio più realistico e sostenibile, ma non meno entusiasmante.

Fissa obiettivi realistici

Fede, ma perché volare bassi e non sognare? Io mi sento forte adesso.

Ti rispondo con quello che ci dice la scienza. Numerose ricerche hanno infatti dimostrato che stabilire obiettivi realistici è fondamentale per un successo a lungo termine, per vari motivi:

1. Motivazione più duratura. Devi sapere che le persone tendono a mantenere alta la motivazione quando percepiscono che un obiettivo è raggiungibile, mentre obiettivi irrealistici possono spesso portare a un calo precoce dell’impegno.

2. Successo costante. Quando raggiungiamo piccoli obiettivi, sperimentiamo una sensazione di realizzazione e appagamento che ci spinge a continuare. E tenderemo a ottenere risultati migliori rispetto a chi punta troppo in alto.

3. Meno stress. Stabilire obiettivi troppo grandi può causare stress e ansia, specialmente se ci sentiamo costantemente sotto pressione per raggiungerli. Quindi, vale davvero la pena aggiungere un altro carico alla tua vita? Io penso di no.

Punta sulla sostenibilità

Oltre ad essere realistici, gli obiettivi che ti prefiggi devono essere sostenibili. Ad esempio, una dieta sarà sostenibile se potrai mantenerla a lungo termine, senza sacrifici eccessivi. In questo modo potrai:

  1. Ottenere progressi continui, duraturi e significativi. Anche quando la perdita di peso sarà – giustamente – minore, i progressi continueranno ad essere evidenti, regalandoti tante soddisfazioni.
  2. Avere un rapporto più sereno e rilassato col cibo, riducendo lo stress “da privazione” e il rischio del temuto effetto yo-yo.
  3. Adattarti ad ogni circostanza. Il regalo più bello che la dieta giusta possa farti è la flessibilità e la capacità di gestirti in tutte le circostanze della vita vera. Potrai così mantenere il tuo equilibrio anche durante eventi sociali, vacanze o situazioni di lavoro impegnative, senza sentirti mai in trappola o in colpa se non rispetti il tuo “regime”.

5 consigli pratici per realizzare i tuoi buoni propositi

Capita la teoria, passiamo alla pratica. Cosa puoi fare concretamente dal 2 gennaio?

  1. Definisci e scrivi nero su bianco i tuoi obiettivi. Se hai un progetto importante a lungo termine – come ad esempio perdere 20 kg – suddividilo in step più piccoli e gestibili. Questo renderà il percorso meno stressante e ti permetterà di misurare i progressi in modo più concreto.
  2. Sii flessibile. La vita è imprevedibile, quindi accetta di fare piccole deviazioni lungo il percorso. Se un giorno dovessi concederti un pasto meno salutare, non servirà sentirsi in colpa né punirsi con restrizioni senza senso. Ricorda che l’importante è il trend a lungo termine; quindi hai tutto il tempo per porre rimedio.
  3. Monitora i progressi. Tieni un diario alimentare per registrare cosa mangi e come ti senti. Questo ti aiuterà a comprendere meglio cosa ti fa bene e cosa ti fa male e ti permetterà di fare scelte più consapevoli.
  4. Celebra i tuoi successi e premiati.  Ogni volta che raggiungi un obiettivo, anche piccolo, celebralo e premiati. Molti miei pazienti, ad esempio, si concedono una coccola dal parrucchiere, un massaggio o un pomeriggio di shopping. Questo rinforzerà la tua motivazione e soddisfazione.
  5. Impara dall’esperienza. Incontrare ostacoli lungo il percorso o sperimentare insuccessi temporanei è umano e normalissimo! Non considerarli un fallimento – rischiando tra l’altro di buttare tutto all’aria – ma piuttosto un’opportunità per imparare e migliorare nelle prossime occasioni.

Infine, voglio salutarti con una considerazione che faccio spesso con i miei pazienti. Un percorso di cambiamento non è uno sprint ma una maratona e, fidati, non sai quanto è bello godersi anche il percorso, con pazienza e determinazione!

Adesso hai tutte le dritte per la tua lista dei buoni propositi. Non ti resta che impegnarti e realizzarli!

Non sai più cosa mangiare per ritrovare il tuo equilibrio?

Affidati alle mie cure, per un progetto di benessere a lungo termine.