Ottobre, il caldo arancio della zucca

Ottobre, il caldo arancio della zucca

Ottobre, il caldo arancio della zucca

Ottobre, il caldo arancio della zucca

Scorza dura, cuore dolce: che buona la zucca!

Di cosa è ricca la zucca?

  • Potassio, calcio, fosforo, zinco e magnesio, contenuti sia nella polpa che nei semi
  • Beta carotene, precursore della vitamina A, protettivo degli occhi e del sistema immunitario. È lui il responsabile del colore arancione della polpa
  • Vitamina C, principale antiossidante indispensabile per la produzione di collagene e per le difese dell’organismo
  • Vitamina E, scudo contro i radicali liberi, favorisce il rinnovo cellulare e protegge la pelle
  • Vitamina K, utile per la coagulazione del sangue e per ossa e denti
  • Flavonoidi, ad azione antiossidante e antinfiammatoria, che proteggono le cellule dall’invecchiamento 
  • Fibre, utili per le funzioni intestinali e la regolazione glicemica
  • Amminoacidi essenziali come il triptofano, precursore degli ormoni del “relax”
  • Omega 3, grassi buoni e antinfiammatori, concentrati soprattutto nei semi 

Cucurbitina, amminoacido abbondante nei semi, ad azione vermifuga e antiparassitaria

10 buoni motivi per mangiare la zucca

  • Ipocalorica, con sole 29 kcal su 100 g, 3,5 g di carboidrati di cui 2,5 di zuccheri 
  • Diuretica, per la ricchezza di acqua (94%) e potassio 
  • Anti-stipsi, grazie alla presenza di fibre e magnesio che regolano il transito intestinale
  • Antiage per l’abbondanza di flavonoidi e beta carotene che neutralizzano la produzione di radicali liberi e prevengono l’invecchiamento cellulare
  • Regolatrice di trigliceridi e colesterolo, per l’azione combinata di grassi omega 3 e dei fitonutrienti che riducono la formazione del colesterolo “cattivo” 
  • Protettiva del sistema cardiovascolare, grazie agli antiossidanti che mantengono toniche le arterie e al potassio che contribuisce a ridurre il rischio di ipertensione
  • Alleata di pelle, capelli e unghie, grazie all’abbondanza di minerali, carotenoidi, vitamina E e vitamina C. Maschere a base di zucca sono molto utili anche in casi di scottature!
  • Amica di denti e ossa. Grazie alla presenza di calcio, fosforo e vitamina K, è un ottimo rimedio naturale contro l’osteoporosi
  • Protettiva delle vie urinarie femminili e maschili, utile contro le cistiti e in prevenzione contro l’iperplasia prostatica
  • Calmante, per l’azione combinata di magnesio, potassio e triptofano, precursore degli ormoni del relax e del buon riposo

Zucca: quando prestare attenzione

La zucca non ha particolari controindicazioni al di là di eventuali allergie specifiche a suoi componenti.

Zucca e dieta: davvero è sconsigliata?

Da sempre la zucca è considerata un ortaggio molto zuccherino, da limitare se si è a dieta o addirittura da evitare in caso di squilibri glicemici.

In realtà non è proprio così e adesso ti spiego meglio.

La zucca ha un indice glicemico piuttosto alto, pari a 75. Valore molto simile a quello di “carboidrati veri” come riso o pane, però…

L’indice glicemico misura solo la velocità con cui lo zucchero presente nell’alimento alza la glicemia, senza considerare effettivamente la quantità di zuccheri presenti nella porzione che stai mangiando, oltre al fatto che gli effetti sulla glicemia sono sempre legati all’intero pasto e non solo ad un solo componente.

Per questo motivo spesso ci si riferisce più al carico glicemico, che tiene conto appunto anche delle quantità. Nel caso della zucca il carico glicemico è pari a 11, decisamente basso!

Via libera, quindi, a quantità moderate di zucca, anche se sei a dieta, considerando che una porzione è di circa 200-250 g e va sempre abbinata correttamente, per bilanciare al meglio ogni macronutriente.

Attenzione: Soprattutto nel caso di pazienti con squilibri glicemici, preferisco introdurre la zucca inizialmente in piccole quantità per valutarne la riposta, che è estremamente variabile da persona a persona.

Zucca: i miei consigli

La zucca è un ortaggio fantastico di cui non si butta praticamente nulla, dalla buccia ai semi.

Spesso preferisco prenderla intera, “bussando” per sentire se suona a vuoto, un po’ come ti avevo spiegato per il melone.

Ora ti svelo un trucchetto per tagliarla senza problemi. 

Lavala bene, mettile sotto uno straccio e con un coltello a lama liscia tagliala prima in 4 parti, poi a spicchi lungo i suoi naturali solchi. Infine tagliata in modi diversi a seconda di come preferisci cucinarla. 

Se è destinata al forno, alla griglia o in friggitrice ad aria puoi tranquillamente lasciare la buccia: sarà ancora più gustosa!

Se preferisci cucinarla al vapore, bollita o in padella puoi sbucciarla e tagliarla a cubetti per facilitarne la cottura. In questo caso conserva le bucce e falle rosolare in forno ventilato per 20 minuti. Avrai creato delle chips buonissime che puoi condire in tanti modi!

A proposito, se la cucini in più round, ti basterà tenerla in frigo avvolta da una pellicola per evitare che si disidrati: in questo modo puoi conservarla per qualche giorno senza problemi. Se invece la cucini subito, puoi consumarne una parte e congelare il resto.

Aspettanon dimenticare i semi, un concentrato di energia derivante da grassi buoni, vitamine e minerali. Lavali bene, asciugali e tostali in padella o in forno a 80°C per dieci minuti, spolverandoli con un po’ di sale. Un fantastico condimento per vellutate o insalate, ma anche uno snack sano e gustoso da portare con te 😉

La zucca ha un caratteristico sapore dolciastro e delicato, che preferisco abbinare ad alimenti più saporiti, come carni rosse o formaggi.

 

E tu quale abbinamento preferisci?

Tags:
,