La dieta a Natale

La dieta a Natale

Ci siamo, stanno per iniziare le due settimane più magiche dell’anno: un po’ di meritato riposo tra famiglia e amici, tanta voglia di stare insieme, ritrovarsi e…mangiare!

È vero, rispetto a qualche anno fa le abitudini sono cambiate drasticamente. Ormai le immense tavolate sono per i più un ricordo. Ma tra pranzi con colleghi e cene di saluto, le occasioni per esagerare a tavola di certo non mancheranno.

Le tue tentazioni ti aspettano al varco!
Che tu stia andando alla grande, o che tra freddo improvviso e stanchezza abbia già iniziato a vacillare, le vacanze potrebbero essere un bel banco di prova per il tuo percorso nutrizionale. E tu inizi ad entrare in ansia.

Appena squilla il cellulare tremi: ecco l’ennesimo invito che dovrai dribblare con scuse che sappiano di verità, per evitare di sforare troppo. Ma schiva di qua, abbozza di là, a un certo punto la cosa diventa ingestibile. E adesso che si fa? 

Fermati e ragioniamo insieme. Non si può vivere così il Natale!
Se stai cercando disperatamente una soluzione, ogni nutrizionista ti darà la sua. Digiuno, sessioni di palestra estenuanti, dire no in modo categorico. Tutto potrebbe avere una sua logica, ma lo faresti davvero?

Per me, invece, su tabelle nutrizionali e bilancia prevalgono gusto e tradizione! I giorni di Natale sono un momento speciale che vale la pena godersi appieno per fare il carico di emozioni positive.

MA…Basta farlo con un pizzico di organizzazione. Ecco quindi dei suggerimenti pratici che possono esserti utili in queste festività, per evitare inutili frustrazioni e sensi di colpa.

Sai che non ti mollo nemmeno durante le vacanze, quindi ho deciso di accompagnarti con 3 consigli per ogni momento di indecisione: prima, durante e dopo i temuti giorni rossi del calendario!

Iniziamo!

Cosa puoi fare già in questi giorni prima del 24? 

  • Programma i tuoi sgarri. Escludendo le “feste comandate”, hai altri eventi a cui non puoi dire di no? Bene, scrivili su un foglio! Potrà sembrarti una sciocchezza ma in questo modo li renderai ufficiali, preparandoti mentalmente all’occasione. Eviterai così di vivere quel momento con ansia, gestendo con intelligenza – e senza apprensione – i pasti che invece puoi controllare.
  • Aumenta il movimento. Non ti sto parlando necessariamente di allenamenti in palestra, soprattutto se devi dividerti tra scadenze di lavoro e famiglia. Ti sto dicendo semplicemente di tenerti in attività. In questo modo affamerai il muscolo, pronto a ricevere i carboidrati che arriveranno, abbondanti, nei giorni di festa.
  • Serve davvero restringere le calorie ora? In questo momento pre-natalizio è inutile ridurre drasticamente le calorie, per “avvantaggiarti” sugli eccessi dei prossimi giorni. Piuttosto, cerca di mantenere sempre l’equilibrio in ogni pasto, con una quota proteica, lipidica e glucidica sempre ben bilanciate. Hai presente quella sensazione positiva di leggerezza che mi riferisci quando mangi bene? Ecco, cerca di raggiungere quel benessere fino al primo appuntamento di Natale!

Arriviamo così al 24: primo evento ufficiale che fa da apripista ai pranzi di Natale e di Santo Stefano!

  • Di tutto un pò. Centellinando i calici di vino durante il pasto, mangia piccole quantità di tutto quello che ti piace. Esatto, ti sto dicendo di non rifiutare la lasagna che nonna ha fatto con tanto amore ma di provare tutto con moderazione, orientandoti verso pietanze meno elaborate (se ce ne sono!). Piccola astuzia: accompagna la tua preferenza da tanti complimenti a chi le ha preparate. Distoglierai così l’attenzione da ciò che hai escluso! Ah, mi raccomando, lasciati un posticino per il dolce che preferisci…e goditelo!
  • Bevi (acqua!). Nei giorni di festa il corpo deve smaltire tante scorie. Quindi, soprattutto lontano dai pasti, bevi qualche bicchiere d’acqua in più, oppure delle tisane preferendo ingredienti funzionali come finocchio, tarassaco, cardo mariano. In serata, poi, dai un po’ di sollievo allo stomaco con un buon infuso a base di malva e/o camomilla.
  • Esci di casa. Terminato il pasto e concluso il momento tombolata, metti delle scarpe comode e vai a fare una bella passeggiata se il tempo lo consente! Camminare all’aria aperta è fondamentale per agevolare la digestione, sgranchire le gambe e può essere un’ottima occasione per consumare, appunto, una tisana o un caffè in compagnia.

 

Ah, ultimo consiglio: hai mangiato, hai goduto di buon cibo e dell’affetto dei tuoi cari. Evita adesso di salire sulla bilancia e rovinarti questo momento di festa! È ovvio che peserai di più: ogni pasto abbondante porta con sé tanta ritenzione di liquidi e rischi di male interpretare l’aumento di peso che leggi.

Quindi goditi questi sacrosanti momenti e, da domani, si ricomincia a mangiar bene.

Tra una tavolata e l’altra, siamo arrivati al primo giorno di tregua. Ecco cosa puoi fare dopo le abbuffate!

  • Sostieni gli eroi del Natale. Stomaco, fegato e intestino sono stati sottoposti a un lavoraccio, quindi cerca di supportarli con i giusti abbinamenti. Se hai iniziato un percorso con me hai già avuto le dritte più adatte alla tua situazione ma, in linea generale, accompagna i pasti con verdure amare (cicoria, indivia, radicchio, carciofi) e preferisci metodi di cottura leggeri e veloci, soprattutto a cena.
  • È davvero utile saltare qualche pasto per “recuperare”? La risposta è, dipende. Se soffri di alcune patologie come steatosi epatica, insulinoresistenza o problemi intestinali può essere utile mettere un po’ a riposo pancreas e intestino per qualche ora, dandogli una piccola tregua. Ma tutto deve essere prima ben pianificato a tavolino a seconda della tua costituzione, quindi mi raccomando non improvvisare! 
  • Riprendi normalmente la tua routine. Senza creare grandi sconvolgimenti con digiuni scriteriati, puoi semplicemente alleggerire il carico dei 3 pasti principali e consumare piccoli snack facoltativi a base di poca frutta secca o un quadratino di cioccolato fondente.

Ecco un semplice esempio di un’intera giornata post-festitività.

A colazione, sostieni intestino e fegato con uno yogurt bianco intero e fiocchi d’avena, con una spolverata di cannella e/o cacao amaro.

A pranzo, diamo un bello stimolo metabolico con un secondo di pesce o carne rossa, accompagnati da un’insalata con carciofi crudi al limone, o una cicoria ripassata in padella.

A cena, facilitiamo il riposo notturno e la digestione con ricotta, bocconcini di tacchino, o pesci “piatti” come sogliola o rombo, abbinati a un contorno di indivia belga o scarola, finocchi, oppure un cavolfiore sbollentato e ripassato in padella.

Una tisana a base di finocchio, cardo mariano o tarassaco ti accompagnerà prima di andare a dormire.

Oltre all’alimentazione, mantieni le buone abitudini di bere e muoverti a sufficienza, sfruttando i momenti di relax natalizio.

Vedrai che in pochi giorni e senza grandi sacrifici tornerai alla forma e benessere che avevi prima del tour de force natalizio…ma intanto te la sei goduta senza rinunce e questo ti renderà molto più forte e felice!