Gennaio: torna in forma con poche semplici mosse

Gennaio: torna in forma con poche semplici mosse

Niente sensi di colpa: siamo umani!

Le vacanze di Natale sono un momento fondamentale per ricaricarti: relax in famiglia, serate con amici e tante cose buone che accompagnano i momenti di convivialità. Anche se sei a dieta, non te la senti di rinunciare a quelle coccole. In fin dei conti te le sei meritate e poi che sarà mai qualche giorno di sgarro… siamo umani!

Il discorso non fa una piega fino a che, puntuale, non arriva la misurazione del peso post-Epifania a distruggere ogni cauto ottimismo. Ebbene si, anche quest’anno hai preso dei chili!

Calma, però, con i sensi di colpa.

Come ti ho spiegato nel mio articolo “Natale, quanto mi sei costato!“, l’aumento di peso che leggi sulla bilancia è la somma di almeno tre fattori: massa grassa che effettivamente hai accumulato, ritenzione idrica e peso del cibo che hai assunto in modo abbondante e continuativo in questi giorni.

Dal problema alla soluzione pratica

Metabolizzata la botta e, chiarito a cosa sono dovuti quei chili in più, passiamo adesso alle soluzioni pratiche, che potrai applicare già dal primo giorno utile.

Questi consigli ti serviranno per evitare crisi esistenziali solo parzialmente motivate e dovute spesso a conclusioni inesatte, ma anche cedimenti continui e difficoltà a rimetterti in carreggiata.

1. Aspetta qualche giorno per tirare le somme

Per prima cosa, valuta quanti chili hai effettivamente acquistato rispetto all’inizio delle feste, con obiettività. Aspetta ancora qualche giorno prima di ripesarti, in modo che almeno una parte dei liquidi sia andata via fisiologicamente e anche il tuo intestino si sia liberato.

Solo a questo punto potremo tirare le somme e organizzare un piano di recupero ad hoc per te!

2. Evita restrizioni fai da te

Lo capisco: appena la bilancia emana il verdetto, la tentazione è quella di cucirti la bocca per i prossimi mesi, pensando già a punizioni alimentari per rientrare prima possibile nei tuoi pantaloni. Ma non funziona così, anzi.

Dopo le vacanze potresti dover fare i conti con una fame aumentata che renderà difficile il ritorno alla normalità. Figuriamoci sottoporre il tuo corpo a sacrifici immani!

Avere fame dopo aver mangiato così tanto? Non è possibile!
E invece si, ma non è colpa tua. 

Fare tanti pasti ipercalorici può alterare il delicato equilibrio di vari ormoni. Ad esempio, salgono le concentrazioni dell’insulina, che fa accumulare grasso più facilmente e rende difficoltoso il dimagrimento successivo. Aumenta anche la grelina, ormone che scatena la fame, mentre è meno efficace la leptina, messaggero della sazietà che dice “Basta mangiare, ne ho abbastanza!”. 

Il risultato complessivo è un’assuefazione al cibo, per cui riprendere in mano la situazione potrebbe risultare più difficile del previsto.

Quindi, evita il fai da te. Affidati piuttosto a un professionista con cui ripianificare un deficit calorico sensato e compatibile con il tuo fabbisogno giornaliero, senza drastici tagli rispetto a quanto già facessi prima delle feste!

3. Recupera la tua regolarità

Per prima cosa, cerca di recuperare la tua regolarità non tanto per perdere i chili di troppo, ma per riguadagnare benessere a 360 gradi.

D’altronde le vacanze sono belle, certo, ma mangiare e bere in modo eccessivo, avere orari poco regolari e stare spesso in panciolle, alla lunga può affaticare corpo e mente.

Difficoltà digestive, reflusso, pancia gonfia e problemi intestinali, oltre che pesantezza generale e mal di testa sono spesso il conto da pagare che arriva puntuale subito dopo gli eccessi.

Insomma, due settimane di bagordi sono un periodo più che sufficiente, ora riprendiamo le buone abitudini!

Se segui già il mio metodo sai che tutto avverrà senza grandi sacrifici, semplicemente perché sono quelle abitudini che ti fanno sentire bene e verso le quali, ora, senti proprio la necessità di tornare.

4. Strategie utili per tornare in forma senza sacrifici

Per tornare senza troppa fatica alla tua normalità ti basteranno poche semplici mosse.

  1. Consuma pasti equilibrati per evitare altri picchi glicemici. Metti sempre nel piatto una fonte di proteine nobili, grassi buoni e una quota di carboidrati variabile a seconda di quanto effettivamente consumi.
  2. Se i pasti principali sono ben bilanciati non avrai molta fame agli spuntini, che potrai alleggerire con una manciata di frutta secca, un quadratino di cioccolato fondente o delle olive.
  3. Cerca di mangiare a orari regolari e, se puoi, anticipa la cena. In questo modo, nelle ore di digiuno notturno il tuo corpo smaltirà più facilmente le scorie accumulate. Inoltre ti sveglierai con molta più energia e lucidità!
  4. Avanti tutta con verdure amare come cicorie, indivia, carciofo e cardo mariano, che aiuteranno il fegato nella depurazione.
  5. Non trascurare l’idratazione, accantonando bevande gassate e alcolici, soprattutto se hai ecceduto durante le festività. Puoi anche aiutarti con calde tisane lontano dai pasti.
  6. Cerca di muoverti di più, non solo per aumentare il dispendio calorico ma anche per rendere i muscoli più ricettivi al messaggio dell’insulina, che così sarà prodotta in quantità adeguate.

Ah, dimenticavo! Elimina le tentazioni. Se in casa circolano ancora degli avanzi, congelali in piccole porzioni da consumare più in là, ma non lasciarli lì, a portata di mano. D’altronde si sa, lontano dagli occhi…

5. Non avere fretta

Per ritrovare il tuo equilibrio hai bisogno di tempo. Quindi, porta pazienza e non volere tutto e subito. 

Diamoci come margine almeno un mese, tra dimagrimento e assestamento. Se poi riesci a ottenere risultati prima tanto meglio, ma senza pretenderlo. 

Come dico sempre, non siamo delle macchine ma delle persone, con un corpo e un’anima che vanno sempre rispettati.

?