Contro l’afa: dissetati (anche) mangiando

Contro l’afa: dissetati (anche) mangiando

Contro l’afa: dissetati (anche) mangiando

Siamo arrivati al culmine di questa estate: il vero solleone, che può rendere piuttosto pesanti le nostre giornate, soprattutto quando il weekend è ancora lontano.

Capita anche a te di accusare spossatezza, cali di energia, gambe pesanti e spesso gonfie? Beh sei in ottima compagnia…Quindi che si fa?

Il consiglio, in questi casi, è sempre quello di bere, per abbassare la temperatura corporea e recuperare sali minerali e liquidi che perdiamo continuamente…perché ne perdiamo, fino a 15 ml al secondo!

Come ti ho già spiegato, bere senza esagerazioni, a piccoli sorsi e in modo costante nella giornata sicuramente è la soluzione più equilibrata.

Ma non sempre questo basta. 

Il 70% circa dell’idratazione deriva dall’acqua che beviamo…e l’altro 30%? 

Lo prendiamo proprio da quello che mangiamo, per questo saper scegliere i tuoi pasti diventa fondamentale, che tu sia a dieta o meno.

Ora ti svelo i miei alleati anti-afa. Alimenti dissetanti, benefici sotto tanti punti di vista e se ben abbinati molto sazianti… il che non guasta mai 😉

Ecco la mia top five, in ordine di percentuale di acqua contenuta:

  1. 97% Cetrioli. Li metterei sicuramente al primo posto: freschi, diuretici e ipocalorici. Grazie alla presenza di azulene, i cetrioli hanno un’azione antinfiammatoria e decongestionante ideale per le gambe e sono anche protettivi per la microcircolazione. Insomma, un vero toccasana contro disidratazione, ritenzione idrica e accumuli di cellulite.
  2. 94,3% Insalata lattuga, soprattutto iceberg. Dolce e croccante, è un concentrato di clorofilla, ferro, vitamina E e antiossidanti. Fantastica base per secondi piatti che richiedono freschezza. Generalmente la consumiamo quasi tutti a pranzo, regina dei pasti veloci. In realtà, pochi sanno che la lattuga ha anche un’azione sedativa, per cui possiamo usarla anche in serata, magari abbinata a proteine leggere e poco stimolanti.
  3. 94,2% Pomodori. Presenti in tante varietà e dimensioni, dai ciliegino al cuore di bue, sono dei frutti (ebbene si…dei frutti!) ricchi di sostanze benefiche, tra cui Il licopene, principale carotenoide presente nel sangue la cui concentrazione aumenta durante la maturazione del pomodoro. Abbondanti sono anche la vitamina C e gli acidi organici, che stimolano il fegato ad eliminare le tossine. Grazie al contenuto di acido malico e lattico, i pomodori facilitano la digestione, la depurazione e stimolano l’appetito. Sono un concentrato di sali che ci permette di trattenere liquidi…consigliati soprattutto a chi fa lavori faticosi e tende fortemente a disidratarsi in queste calde giornate. Non abusarne, invece, se tendi a formare calcoli o acido urico, essendo appunto ricchi di sali e ossalati.
  4. 93,6% Zucchine. Ricche in potassio, calcio e magnesio, sono altamente reidratanti e hanno un’azione positiva sui muscoli, agendo come miorilassanti e anti-crampi. Per questo si prestano bene come contorni serali e sono ottime anche crude, soprattutto quelle piccole e tenere. Anzi, in questa forma il potassio non si disperde nell’acqua di cottura e il fruttosio non viene convertito in glucosio ad opera del calore…con un bel vantaggio glicemico. Tagliale a fette sottili con un pelapatate e condiscile con olio, sale e un po’ di aceto…sentirai che buone!
  5. 92% Peperoni. Quelli verdi sono i frutti immaturi che hanno più clorofilla, quelli gialli hanno più vitamina K, mentre quelli rossi, avanti con la maturazione, hanno più vitamina C. Ricchi di zinco e magnesio, vitamine e con una buona quota di carboidrati (6,7 g su 100 g di peperone), sono ortaggi stimolanti, idratanti e leggermente lassativi.  Molti di noi fanno fatica a digerirli (soprattutto i verdi) visto l’importante contenuto di cellulosa, per cui in questi casi è meglio cucinarli arrosto o al forno e poi spellarli. Se invece non hai problemi, sono ottimi crudi in insalata, a cui conferiscono una croccantezza molto piacevole. Un piccolo consiglio per tollerarli meglio? Condiscili con olio, sale e un po’ di limone o aceto, che facilitano la produzione di enzimi digestivi 😉

Come creare pasti completi con questi super-alimenti idratanti?

Ecco i miei abbinamenti preferiti con ricetta super veloce annessa:

  • Cetrioli con salsa allo yogurt fatta in casa. Prepara una semplicissima salsa con un vasetto di yogurt greco (puoi scegliere tra magro, al 2% o 5% di grassi per averlo più corposo), 1 cucchiaio di olio EVO, 1 cucchiaio di succo di limone e 2 fili di erba cipollina tagliata finemente, infine un pizzico di sale e pepe. Mescola bene gli ingredienti e lascia riposare in frigo. Poi lava i cetrioli, tagliali a rondelle o a stick…ed inzuppali nella salsa!
  • Pollo in insalata ricca. Un classico pasto, spesso ed ingiustamente considerato triste e “da dieta”…povero pollo! Al contrario, può diventare davvero un’ottima cena, con qualche piccolo accorgimento. Prepara un soffritto con cipolla, sedano, carote e qualche oliva sminuzzata. Rosola in padella il pollo tagliato a listarelle in modo che faccia la “crosticina” e, a fine cottura, lascialo raffreddare. Prepara la tua insalata, che potrai arricchire con qualche pomodoro, peperone crudo, basilico e, perché no, con un cucchiaio di salsa allo yogurt. Unisci il pollo, mescola…e la cena è servita. La trovi ancora così triste?
  • Pomodori e tonno. Ricetta semplice e veloce, molto utile a chi ha poco tempo per mangiare e deve riprendere subito le attività lavorative. Il pomodoro, idratante e ricco di sali, ben si combina con un secondo stimolante come il tonno, fresco o conservato in vetro. Con una base di insalata o cetrioli che aumentano l’acqua di vegetazione e con qualche foglia di basilico o cipolla fresca se la digerisci, avrai creato un pranzo leggero, sano e completo, che non stanca mai!
  • Salmone scottato, con zucchine marinate. Prepara in una ciotola l’occorrente per la marinatura: olio Evo, un pizzico di sale e pepe se lo gradisci, qualche goccia di succo di limone o aceto di mele e poco prezzemolo tritato. Lava bene le zucchine e, con un pelapatate, tagliale a fettine molto sottili. Poi immergile nel condimento e lasciale marinare in frigo per una mezz’oretta. Intanto scotta rapidamente in padella un trancio di salmone, possibilmente selvaggio e se vuoi dare un tocco gourmet alla tua cena, rivestilo prima con una crosta di semi di sesamo. Pochi minuti ed il salmone è pronto, abbinato ad un carpaccio di zucchine fresco e delicato, ottimo abbinamento serale, rilassante e buonissimo!
  • Peperoni e straccetti di carne rossa. Questo abbinamento è particolarmente utile per le donne che hanno cicli abbondanti o in generale per chi ha carenze di ferro, che in estate diventano ancor più debilitanti. La carne rossa, in carpaccio o saltata rapidamente a mò di straccetti è un’ottima ricarica di questo minerale, che verrà assimilato meglio grazie alla vitamina C presente nei peperoni crudi. Prepara quindi la tua porzione di carne, condita con un bel pugno di rucola se la gradisci ed abbinala ad un’insalata con peperoni crudi, conditi con olio, sale e limone o aceto. Una bella e buona ricarica di acqua, Sali minerali…a tutta energia!

Ed ora godiamoci le vacanze a tutta idratazione!