Obiettivo tintarella: cosa metto nel carrello e perchè.

Obiettivo tintarella: cosa metto nel carrello e perchè.

Obiettivo tintarella: cosa metto nel carrello e perchè.

Questo giugno molto caldo ci ha letteralmente catapultato in estate piena. Con fretta hai tirato fuori costumi, telo da mare e crema solare…ma la tua pelle è davvero pronta?
Per non farti cogliere di sorpresa, inizia a prendertene cura anche a tavola

Fare le giuste scelte a tavola, infatti, ti permetterà sia di stimolare correttamente i melanociti, cellule responsabili dell’imbrunimento della pelle, che di mantenere un adeguato livello di idratazione.

Cosa devi sapere per un’abbronzatura da sogno? Seguimi in 3 semplici passi:

 

1- Sulla tua tavola non far mancare: 

  • Insalate di vario tipo, spinaci, pomodori, peperoni, carote, piselli e, se lo tolleri, il mais
  • Albicocche, pesche, melone, anguria, ciliegie e per un tocco esotico papaya e mango

 

Sono alimenti ricchi di carotenoidi, molecole liposolubili che proteggono le piante dai danni provocati dalle radiazioni.
Nel nostro corpo svolgono un’azione antiossidante insieme a vitamina C, coenzima Q10, vitamina E e selenio, neutralizzando i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare e di tante patologie degenerative.

 

2- Aggiungi sempre alla tua spesa:

  • Uova, pesce grasso e qualche latticino se lo tolleri
  • Frutta secca e semi oleosi
  • Olio extravergine di oliva e avocado se ti piace

 

Si, stiamo parlando di grassi, tanto temuti e invece importantissimi per la pelle. Perchè?

  • Fondamentali per mantenere la pelle sana e forte, soprattutto il suo strato più esterno che funge da barriera, costantemente esposta agli agenti esterni
  • I carotenoidi sono lipo-solubili, quindi per agire hanno bisogno di sciogliersi nei grassi.

 

I grassi più importanti per la pelle sono infatti:
Colesterolo, fondamentale per la produzione di vitamina D e struttura base di tanti ormoni
Omega 3 e 6 e Omega 9. 

 

3- Non dimenticare mai l’acqua ma…

Elemento fondamentale per la vita e il benessere delle cellule, fonte di idratazione anche per la pelle, dalla quale perdiamo tanti liquidi e sali minerali, soprattutto in estate.
Bere è fondamentale per reintegrarli e abbassare la temperatura corporea, ma va fatto nelle giuste quantità, che sono molto variabili da persona a persona, da momento a momento.
Questa precisazione è importante soprattutto per noi donne, che vedendoci spesso con mani e piedi gonfi, iniziamo ad attaccarci alla bottiglia per “drenare” e combattere la tanto odiata ritenzione idrica.

In realtà non è proprio così.

Se assumi troppa acqua rispetto al tuo reale bisogno, l’effetto sarà quello di diluire troppo i sali minerali e perderli, con frequenti e indesiderati abbassamenti di pressione che, misti al caldo, ti faranno sentire ancora più debole.

In più, bere di continuo grandi quantità di acqua costringerà i reni ad un super lavoro inutile, come un motore che gira a vuoto… ne vale davvero la pena?

Ricorda sempre che il corpo si autoregola in modo eccellente.

Quindi, cerca di bere quando inizi a percepirne il reale bisogno e non trascurare un importante aspetto.

Se mangi frutta e verdura nelle giuste porzioni e preparate in modo funzionale alle tue esigenze, assumerai anche molta acqua arricchita di sali minerali, vitamine e antiossidanti…un’acqua intelligente, vera ricarica di benessere!

Come abbinare tra loro gli alimenti di cui ti ho parlato?

Ecco 5 idee per pasti semplici, sani e gustosi.,.a prova di tintarella!

Insalata mista con carote, pomodori e tonno

  • Spinacino, con ricotta e semi misti
  • Insalata cappuccina, con salmone selvaggio e avocado
  • Valeriana, con fagiolini e uova
  • Insalata iceberg con feta, cetrioli e peperoni crudi
  • …senza dimenticare olio extravergine di oliva come condimento principe!

 

E per lo spuntino?

Ruota nella settimana una porzione di frutta arancione come albicocche, pesche o melone a frutta rossa come ciliegie o anguria, abbinandole ad una manciata di noci, mandorle, nocciole, pinoli o pistacchi.
Se vuoi aumentare la quota proteica aggiungi uno yogurt … e il piatto fresco è servito!