5 alleati per un’abbronzatura al top

5 alleati per un’abbronzatura al top

Stai imparando come nutrirti al meglio, per sfoggiare al mare il corpo che hai sempre desiderato. E alla tua pelle, ci pensi?

Sarebbe bello avere un’abbronzatura dorata e naturale, che sa proprio di estate e – diciamoci la verità – maschera anche qualche piccolo difetto.

Ma di cosa hai davvero bisogno per risplendere? Per capirlo facciamo un passo indietro e vediamo a cosa è legato l’effetto bronze.

Perché ci abbronziamo?

L’abbronzatura è legata all’attività dei melanociti, cellule che producono un pigmento detto melanina. Ognuno di noi nasce con una pigmentazione geneticamente stabilita, su cui poi agisce l’ambiente, cioè l’esposizione al sole. I raggi UVA e UVB attivano i melanociti che produrranno piu melanina, responsabile in ultimo dell’abbronzatura.

Ma perché al sole produciamo melanina? Come potrai immaginare, il tuo corpo ignora beatamente l’estetica.

La pelle si scurisce non per renderci più belli, ma proprio come meccanismo di difesa contro i danni provocati dal sole. E se questo non dovesse bastare, grazie ai pigmenti introdotti dall’esterno – con dieta e integrazione – tenta di neutralizzare la produzione eccessiva di radicali liberi. Quindi, i famosi carotenoidi non servono per farci abbronzare di più, ma per proteggere la pelle!

Chiariamoci, una corretta esposizione al sole ha solo effetti positivi, come:

  • la produzione di vitamina D;
  • una maggior salute delle ossa e dell’apparato scheletrico;
  • l’attivazione di tanti metabolismi;
  • un miglioramento dell’umore e della sensazione di benessere.

Ma non devi esagerare.

Un’esposizione eccessiva può infatti creare danni alle cellule, come la degradazione dell’acido folico, l’invecchiamento precoce – detto photo-aging – e può anche portare nel tempo a problemi più importanti, come tumori della pelle.

Cerca quindi di prendere il sole nel modo giusto, evitando di rosolarti per ore e usando le giuste protezioni, che tra l’altro consentono un’abbronzatura più omogenea e duratura.

5 alleati per un’abbronzatura al top

Vuoi avere un’abbronzatura perfetta? Allora pensa alla tua pelle anche quando sei a tavola. Come avrai capito, iniziare a mangiare solo carote per abbronzarti di più non è la soluzione giusta. Quali sono, quindi, i veri alleati per una tintarella naturale e sana? Ecco la mia top five!

1. Acqua

Eh si, prima di pensare ad altro, dobbiamo partire dalla base. L’acqua è il nutriente fondamentale per mantenere le cellule in salute. Cerca quindi di idratarti in modo costante nella giornata. In estate è sicuramente più facile avvertire lo stimolo della sete, quindi approfittane!

Puoi rendere anche l’acqua più gustosa con infusi a freddo che ormai trovi in tantissime varianti come frutti rossi, ananas, cocco, karkadè. Lascia in infusione i filtri per qualche minuto fino ad ottenere l’intensità che preferisci e arricchisci la tua acqua con cetriolo, menta e limone. Vedrai che gusto!

2. Grassi buoni

L’epidermide è formata da lipidi, che creano una barriera protettiva e la mantengono ben idratata e morbida. Quindi, come ti dico sempre, non devi eliminarli dalla tua dieta.

Ripeti insieme a me: “I grassi non fanno ingrassare” se ben scelti e abbinati. Quali sono i più adatti per la pelle?

  • Olio evo, ricco in vitamine e polifenoli, con spiccate proprietà antinfiammatorie.
  • Avocado, ricco di vitamina C, E, potassio e grassi omega 9, gli stessi dell’olio evo. Utile anche in forma di olio da applicare su pelle e capelli.
  • Omega 3 da fonti animali come il pesce azzurro e vegetali, come noci brasiliane e semi di lino.
  • Omega 6, da semi e frutta secca.
  • Grassi MCT, dalla latte e dalla noce di cocco, estremamente idratanti, nutrienti e benefici anche per la flora batterica

3. Proteine

Le proteine sono fondamentali per una pelle sana, per varie ragioni. Intanto, essendo formate da amminoacidi, rappresentano la componente strutturale di tutte le cellule, l’impalcatura di base che ci sostiene.

Alcuni amminoacidi, in particolare, vanno a formare il famoso collagene, che dà struttura ed elasticità alla pelle e a tutto il tessuto connettivo, rimpolpandoli. Il nostro elisir di giovinezza!

Sai che la melanina deriva proprio da un amminoacido?

Quando il sole colpisce la pelle, si attiva l’enzima tirosinasi che produrrà piu melanina a partire dalla tirosina, permettendo il suo imbrunimento. Dove si trova maggiormente la tirosina? Nei formaggi, ma anche in carne, uova, soia e lupini.

Federica, ma fino ad ora non hai mai parlato dei famosi carotenoidi!

Eccomi, ora ci arrivo. I carotenoidi sono i pigmenti dell’estate, fondamentali per proteggere la nostra pelle assorbendo l’eccesso di radiazione.

Dove li troviamo?

4. Verdura di colore giallo, arancione, rosso e verde

Le carote sono gli alimenti più ricchi in betacarotene. Con 100 g di carote coprirai abbondantemente il fabbisogno quotidiano di vitamina A, importante per la vista e stimolante il sistema immunitario.

Anche altri ortaggi – che in realtà sono dei frutti veri e propri – sono ricchi in carotenoidi. Mi riferisco ai peperoni, sazianti, remineralizzanti e depurativi, ottimi da mangiare crudi in insalata o cotti, sempre ben conditi con olio evo.

Un discorso a parte meritano i pomodori, depurativi, freschi e drenanti del fegato. Sono ricchi in licopene, che ha prettamente una funzione protettiva e antiossidante.

Per la tua abbronzatura non dimenticare poi le verdure verdi, che apportano tanti minerali e altri pigmenti, come la clorofilla, con funzioni antiossidanti, depurative e protettive. Aggiungiamo, quindi, lattuga, sedano, spinaci, rughetta ai tuoi contorni estivi.

Ci hai fatto caso?

Praticamente ti sto componendo delle insalatone che sono un toccasana per la tua pelle e non solo!

5. Frutta di stagione

Tutta la frutta estiva – obiettivamente, la più buona dell’anno – è ricca in sali minerali, vitamine e carotenoidi.

Dalle pesche alle albicocche, passando per ciliegie, melone e anguria, tutti i frutti di colore giallo, arancione e rosso saranno molto utili alla tua pelle.

Attenzione però.

Essendo frutti molto ricchi in zuccheri, oltre che buonissimi, il rischio è quello di eccedere nelle quantità, non sentendoci mai sazi. Abbinali sempre a una fonte proteica e lipidica per bilanciare il carico glicemico.

La soluzione è semplice: aggiungere invece che togliere!

Ricapitolando

Abbiamo visto:

  • cosa succede quando il sole bacia la nostra pelle;
  • perché dobbiamo evitare l’esposizione troppo prolungata al sole;
  • cosa possiamo portare a tavola per avere un effetto bronze naturale e sicuro.

I soli carotenoidi contenuti in frutta e verdura di stagione non bastano. Dobbiamo infatti fornire acqua, grassi buoni e proteine di alto valore biologico per favorire una bella e sana abbronzatura.

E tu presti attenzione al benessere della tua pelle?

Non sai più cosa mangiare per ritrovare il tuo equilibrio?

Affidati alle mie cure, per un progetto di benessere a lungo termine.