Anche una chef ce la può fare

Testimonianze

Anche una chef ce la può fare

Sono Patrizia, una chef cinquantenne, da sempre in lotta con lo specchio e la bilancia.

La mia storia

Mi sono rivolta alla Dottoressa Ferrara circa 3 anni fa, quando in seguito all’ asportazione della tiroide ho avuto un aumento di peso di circa 18 kg.

Attraversavo un periodo molto delicato e la trasformazione del mio corpo mi deprimeva moltissimo causandomi ansia e frustrazione che appagavo con il cibo. In più il mio lavoro da chef non aiutava.

Lo stress, il non riconoscermi più allo specchio, i vestiti che ogni giorno diventavano più stretti, uniti ad un inizio di colesterolo alto e predisposizione al diabete mi hanno fatto alzare il telefono e chiamare Federica per fissare il fatidico appuntamento.

Un approccio diverso

Sin da subito i suoi modi accoglienti e professionali mi hanno messo a mio agio. Immediatamente ho constatato che per lei il primo passo non era farmi salire sulla bilancia o misurare i centimetri in eccesso come di sovente succede altrove (per me non era la prima dieta che facevo nella vita), ma stabilire un rapporto di fiducia reciproca.

Le ho parlato del mio rapporto sbagliato con il cibo e delle mie errate abitudini alimentari, delle mie frustrazioni rispetto al fatto che non riuscivo a perdere chili, anzi ogni tentativo di dieta avevano l’effetto contrario. Ero sempre più grassa e triste.

La mia avventura

Stabilito con lei il mio percorso, è iniziata un’ avventura che in pochi mesi mi ha riportata ad un peso forma che avevo ormai dimenticato e che mi ero rassegnata a non avere più.

Con la mia testimonianza voglio ringraziare pubblicamente Federica per la sua grande professionalità e particolare preparazione, non solo per avermi aiutata a perdere 20 chili, ma soprattutto per avermi guidato verso un nuovo approccio al cibo.

 

Patrizia Simonetti, 53 anni, Roma.